venerdì 9 dicembre 2016

Regali di Natale di design

Adoriamo scrivere i post sui regali di Natale perché più che dare a voi dei suggerimenti e idee regalo da fare ai vostri cari, sono dei suggerimenti per i NOSTRI familiari… chi ha orecchie per intendere, intenda! 

Come tutti gli anni, eccovi dunque una bella lista di regali di 

Natale alla portata di tutti e che è in grado di accontentare

tutti i tipi di portafogli!


⟹ Poggia cucchiaio di Mustard Niente più macchie di sugo in giro per la cucina con questo pratico poggia cucchiaio in silicone. 





⟹«Swanky» di Ototo È un mestolo con il manico che si trasforma nel sinuoso collo di un cigno.




Glissswing 350 di Pedrali
Scocca in tecnopolimero e telaio tondino cromato su cui sono montati i due pattini in essenza di frassino sbiancato. Rivestimento in tessuto ignifugo.


⟹ Leggio per ricette Che si tratti di un libro di ricette in carta e ossa, o di un supporto elettronico sul quale cercare le ricette online, come un ipad o un tablet, il leggio per ricette è un accessorio indispensabile in cucina




⟹ Mollette da circo Volete andare sul sicuro con un regalo? Regalate qualcosa di utile!
Certo deve essere anche originale e bello: proprio come le mollette da bucato "Circo" che trasformano i fili del bucato in uno spettacolo di equilibristi. 



⟹ Alt Design (Depop) Ma quanto sono divertenti questi piatti? Non dimenticatevi di acquistare quelli con la scritta "Tutto fa brodo" e "Domani inizio la dieta".

⟹ Seletti La Mouse Lamp ha già fatto impazzire i Seletti addicted ed è arrivato il momento di far trovare il topolino sotto l'albero di Natale, ci hanno suggerito che è di buon auspicio. 




⟹ Miho Unexpected Things Un tocco selvaggio agli interni con la nuova foglia Tropic da applicare sul muro per un effetto tridimensionale straordinario.



Sarjaton di Iittala. Il nostro amore per Iittala è infinito e non poteva mancare nella lista dei regali di Natale 2016.

La ciotola Sarjaton fa parte di una eccezionale linea per la tavola firmata Iittala. Il nuovo decoro Varpu che richiama la natura e le sue forme trasportato sulle forme classiche della linea Sarjaton. iittala ha riunito giovani designer finlandesi per creare una collezione caratterizzata dal rispetto innato per tutto ciò che è artigianale unito al piacere conviviale, ma anche dal rispetto per i valori che arricchiscono la vita contemporanea. 





⟹ Rory Dobner Abbiamo una vera passione per questo artista inglese. Abbiamo scoperto i suoi piatti durante uno dei nostri viaggi a Londra ed è stato un colpo di fulmine ( li trovate in vendita al Liberty London, uno dei più bei negozi di Londra… se non del mondo!)
Il portacandela Hot Dog Stripey e' perfetto per illuminare la sera con dolcezza o da usare come splendida idea regalo. 



Che dite, siamo state utili?

venerdì 2 dicembre 2016

Tutti i tipi di piatto doccia

Ristrutturami.it
Di tutte le stanze della casa, la ristrutturazione del bagno è senza dubbio uno dei lavori più richiesti. Forse perchè passiamo sempre più tempo alla cura del nostro corpo sia perchè il bagno è una delle stanza più frequentate non solo da voi, ma anche dai vostri ospiti!

Negli ultimi anni, gli italiani prestano molta cura e attenzione all'arredo del bagno: sanitari di design, piastrelle con pattern ricercati... anche i termosifoni oggi sono elegantissimi e sono protagonisti della stanza!
Ma c'è un elemento, che più di tutti, viene scelto con cura e per cui siamo disposti a spendere un po' di più! Stiamo parlando della doccia.
La doccia si compone di diversi "pezzi", ma il primo elemento da valutare è il piatto doccia.
Per comporre la doccia si parte dal piatto, che è vincolato allo spazio disponibile, per poi passare al box, che segue la forma del primo e la cui apertura dipende dai centimetri liberi davanti e ai lati.

Solo alla fine si sceglie il soffione: 

- a parete con l’eventuale asta;

- flessibile;

- a soffitto, che consente piena libertà di movimento all’interno della cabina. 

Ma concentriamoci sul piatto doccia! 

Innanzi tutto bisogna decidere a priori il posto della doccia nel bagno, verificare quale sagoma deve avere (quadrata, rettangolare, rotonda, angolare a semicerchio o pentagonale) e calcolare l’ingombro a terra, tenendo conto che per casi difficili o spazi irregolari si può ricorrere a modelli in acrilico che si tagliano a misura, anche direttamente in opera.


Diverse anche le altezze: si consideri che quanto più il bordo è ridotto, tanto più ampio è il foro di scarico, per garantire il rapido deflusso dell’acqua.

Sono tre le tipologie di installazione di un piatto doccia, cui corrispondono altrettanti versioni di modelli. Solo alcuni di questi possono essere posati indifferentemente in uno o nell’altro.

Da appoggio: è quello tradizionale: rialzato rispetto alla quota di terra, forma una sorta di gradino per poi riabbassarsi all’interno.


A incasso: parzialmente inserito nel massetto, questo tipo di piatto ha un bordo molto sottile ma non impercettibile.


Filo pavimento: il risultato è un piatto la cui superficie è continua con quella del pavimento. Ne esistono di diverse tipologie, anche con rivestimento superficiale removibile per semplificare l’ispezione del supporto e della piletta di scarico.


Ecco qualche esempio di piatto doccia che abbiamo utilizzato nei bagni delle ristrutturazioni che abbiamo effettuato!

Ristrutturami.it

Ristrutturami.it

Ristrutturami.it

Ristrutturami.it

Ristrutturami.it

Ristrutturami.it

Ristrutturami.it

Per scoprire tutti i nostri lavori, visita il nostro sito: http://ristrutturami.it/lavori.aspx

venerdì 25 novembre 2016

Muri di vetro con vista

Stiamo lavorando ad un nuovo progetto di cui vi possiamo raccontare poco ( per ora) perché preferiamo aspettare la fine dei lavori, ma ci ha ispirato per il post di questa settimana quindi vi daremo solo una piccola anticipazione.

I muri di vetro sono una soluzione stilosa per dividere gli ambienti, senza separarli realmente e senza considerare che i vetri sono un materiale ecologico e versatile e sempre più spesso utilizzato come elemento strutturale fisso o mobile.



VANTAGGI:

  • puoi farle scomparire utilizzando delle finestre scorrevoli

  • anche da chiuse restano visivamente “aperte” e trasparenti.


Nella nuova ristrutturazione su cui stiamo lavorando, ci siamo imbattute in un bagno lungo e stretto, molto comune nelle case di decenni fa. 
Il nostro cliente aveva l’esigenza di avere due bagni in casa. La soluzione a cui abbiamo subito pensato era di sacrificare una stanza per creare un altro bagno, ma durante il sopralluogo ci è venuta una brillante idea!

Dividere il bagno in due utilizzando un muro di vetro invece che di cemento! In questo modo si può ottenere la trasparenza e l’opacità che lascia filtrare la luce e allo stesso tempo garantisce la privacy a chi è in bagno.
Inoltre, fattore da non sottovalutare, utilizzando una parete a vetro sarà possibile inserire una finestrella che permetterà il riciclo dell’aria nel bagno senza finestra.

Per rendere meglio come sarà il risultato finale vi mostriamo in anteprima il progetto del bagno:










Vi è piaciuta l'idea e volete realizzate un muro di vetro. Ecco quale vetri è possibile utilizzare!

VETRO TEMPERATO: Il vetro temperato, per la sua particolare robustezza, trova largo impiego nella realizzazione di elementi senza struttura portante. Inoltre, per le sue caratteristiche viene anche definito vetro di sicurezza.

VETRO STRATIFICATO: Il vetro stratificato o vetro laminato è un vetro di sicurezza che non si divide in molteplici pezzi quando fratturato. 

VETRO STAMPATO: alterna trasparenza e opacità lasciando filtrare la luce e garantendo la privacy.



VETRO TESSUTO: stratificato e decorativo è ottenuto interponendo del materiale tessile tra le lastre di vetro.

MATTONI DI VETRO: una parete in vetromattone ha il pregio di consentire un ottimo isolamento acusticoQuesti elementi di vetro ben si prestano alla realizzazione di parti di facciata, anche laddove esistono particolari problemi di rumorosità, come su strade trafficate, proprio grazie alle sue  proprietà isolanti.



VETRO SATINATO: In commercio esistono differenti modelli di vetri satinati, ognuno pensato appositamente per soddisfare le esigenze di stile e di funzionalità. Generalmente questi vetri si trovano nei bagni, nei complementi d'arredo e nei box doccia. 


Leggi anche "Le vetrate interne non sono semplicemente dei divisori": http://interior-relooking.blogspot.it/2014/04/le-vetrate-interne-non-sono.html




Se volete altre idee originali per il vostro bagno, contattateci: info@ristrutturami.it

venerdì 18 novembre 2016

Progetto Colibrì: una ristrutturazione da manuale

Dopo tanta ricerca i nostri clienti trovano il loro nido d'amore in un palazzo degli anni ‘70 in provincia di Milano che aveva un grandissimo potenziale! 
La casa, però, aveva bisogno di moltissime modifiche visto che, a parte qualche piccolo lavoretto, non era stata più toccata!



In questo caso, una ristrutturazione è d’obbligo. Nuovi infissi, nuove piastrelle, nuovi pavimenti, nuovi sanitari. L’appartamento aveva proprio bisogno di un bel relooking!

Ecco come abbiamo trasformato la casa dei nostri clienti.


Planimetria stato di fatto
Planimetria pianta

















Viste le grandi dimensioni dell'appartamento e' stata possibile creare una doppia zona notte:

- una, più vicina all'ingresso che ospita la suite padronale, con bagno privato, grande guardaroba e letto king size;

- una dedicata agli ospiti che si trova più vicino alla cucina, direttamente accessibile dal soggiorno. Qui troviamo la camera ospiti con bagno completo, un bagnetto per la zona giorno, lo studio e una grande lavanderia.

Il soggiorno, con  un bel divano e poltroncine, diventa il cuore della conversazione e della casa! Un bel tavolo fa da supporto al banco snack della cucina in caso di cene con parenti e amici.

PECULIARITA’:

  • la grande zona giorno è SENZA TV
  •  la cucina separata da vetrate
  • una piccola sala cinema
Il tutto e' stato realizzato cercando di utilizzare dei toni morbidi ed eleganti...come i committenti!


PRIMA E DOPO








venerdì 11 novembre 2016

Decorazioni per natale 2016

Premettiamo che adoriamo il Natale e se fosse per noi, terremmo la nostra casa addobbata per mesi e mesi. La nostra fregola di quest’anno è la palla di vetro con la neve e sarà il primo acquisto natalizio che faremo.

Come ogni anno, le aziende di design fanno a gara per proporre la propria collezione di Natale e non possiamo che iniziare con IKEA.

Il catalogo IKEA Natale 2016 presenta le sue decorazioni per una festa semplice e naturale, ispirata alla tradizione classica scandinava.
Decorazioni per la casa, tessili, bicchieri per brindare, candele profumate, carta e molto altro, il tutto declinato nell'inconfondibile stile scandinavo che tutti conosciamo.

Qui il catalogo completo.




Il catalogo per le feste  di H&M Home comprende una ricca collezione di tessuti, accessori e oggettistica per ogni stanza della casa. 
Quest’anno, il noto brand svedese rinnova le sue proposte, scegliendo decorazioni e addobbi declinati in tinte preziose e in fantasie stile art decò. 
La casa si veste con eleganza, in vista dell’arrivo del Natale, scegliendo riflessi metallici, contrasti cromatici di grande effetto e pattern geometrici. 
Un ritorno a una festa semplice e naturale, intima e famigliare con protagonisti i colori della tradizione - bianco e rosso - illuminati da qualche spruzzata metallica oro e argento e impreziositi da un tocco di nero, in perfetto stile scandinavo.
Qui la collezione completa.



Da Zara Home, invece, lo stile è più romantico ed elegante, raffinato e ricercato di ogni singolo pezzo che fa impazzire davvero tutti.
Elementi da posizionare sull’albero, come gnomi e scoiattoli, ghiande e stelline e molto altro ancora. 

Molto belli gli ornamenti in legno grezzo, tra cui alberelli e angioletti.
Non mancano ghirlande di Natale da mettere alla porta, da quelle classiche con le pigne a quelle caratterizzate da campanellini dorati e altre con piumette rosso fuoco e le lettere con la scritta Noel, da posizionare su un mobile o magari su un caminetto acceso. 
Per aspettare il Natale, il brand ha realizzato anche diversi calendari dell’avvento e dei ceri a tema.


Qui la la collezione completa.

Per chi si trova a Milano e dintorni, una tappa da Ecliss sui Navigli è d’obbligo! Ecliss Home & Decor (Ripa di Porta Ticinese 73 – MM2 Porta Genova).

Non sarà solo un semplice giro di shopping ma una vera e propria winter experience: immaginate di entrare nella casa di un’eccentrica famiglia di oggi, tutta completamente arredata in stile natalizio ma come se fosse una villa americana (quelle che si vedono nei film di Natale).




Calore, oggetti preziosi, idee, storie, arredi, decorazioni informali e sontuosi saloni addobbati per le feste: per riproporre la stessa atmosfera anche a casa vostra, Ecliss vi propone la consulenza di personal shopper, che vi aiuteranno a scegliere il meglio per voi.

Superata la soglia di ingresso da Ecliss entrerete in un mondo incantato. Un vero e proprio paradiso per gli amanti del Natale.

Se amate il fai-da-te, il Viridea organizza nei vari punti vendita d’Italia dei corsi bellissimi per addobbare la casa.
Ce ne sono davvero tanti, noi vi consigliamo i nostri preferiti
Alla scoperta dell’Origami per decorare il Natale: http://www.viridea.it/corsi/alla-scoperta-dellorigami-per-decorare-il-natale/
La nostra Pepa ha una grande passione per gli Origami! Se anche voi gli amate, imparerete a realizzare bellissimi alberelli di Natale per decorare la casa, illustrerà le basi del kirigami (che prevede anche l’uso delle forbici) con cui realizzare scenografici fiocchi di neve da appendere, e mostrerà infine diversi modi di piegare il tovagliolo per regalare un tocco speciale alla tavola delle feste.

Spunti creativi per la tavola di Natale http://www.viridea.it/corsi/spunti-creativi-la-tavola-natale-2/   Un incontro gratuito per scoprire come decorare la tavola di Natale con originali creazioni handmade per accogliere gli ospiti in occasione delle feste con una mise en place ricercata.


Pacchetti regalo creativi? http://www.viridea.it/corsi/pacchetti-regalo-creativi-6/  Questo corso vi darà degli idee e spunti creativi per realizzare confezioni regalo di grande effetto utilizzando la comune carta da pacco: tra fiocchi, nastri e decorazioni handmade di ogni tipo prenderanno vita pacchetti originali, per regali che lasceranno senza fiato amici e famigliari.
Dove comprare il regalo di design più trendy a Milano? Ovviamente da High-Tech in Piazza XXV Aprile 12


venerdì 4 novembre 2016

Intervista a Irene Grillo, uno dei volti di Interior Relooking

Siamo fermamente convinte che ciò che rende grande una società, o nel nostro caso uno studio di architettura, sono le persone che la compongono. Nel nostro mondo ancora di più, perchè le idee creative e originali che proponiamo ai nostri clienti per le loro case vengono proprio dal nostro team!

Un elemento indispensabile per Interior Relooking è sicuramente Irene Grillo a cui abbiamo fatto qualche domanda per scoprire qualcosa di lei.


Nome e Cognome: IRENE GRILLO 

Età: 31



  • Da quanti anni fai parte del team di Interior-Relooking? SEI ANNI (OTTOBRE 2010)

  • Se potessi reincarnarti, quale grande architetto vorresti essere?  I CONIUGI EAMES!

  • Quale progetto architettonico avresti voluto progettare tu? LA CASA IN CUI VIVEVANO RAY E CHARLES EAMES… MA ANCHE LA PROMENADE PLANTEE DI PARIGI!
CASA DI RAY E CHARLES EAMES

CASA DI RAY E CHARLES EAMES

CASA DI RAY E CHARLES EAMES


  • Qual è la città del mondo che più ami e da cui trai ispirazione? TUTTE! MA SE DEVO SCEGLIERE BOSTON-USA.

  • C’è una stanza che ami progettare/arredare di più? Quella che ti dà più soddisfazione? MI PIACE PROGETTARE LA ZONA GIORNO, MA DANNO GRANDI SODDISFAZIONI ANCHE I DISIMPEGNI E I BAGNI CHE SPESSO SONO “DIMENTICATI” INVECE SONO SPAZI DA PROGETTARE BENE PER SFRUTTARNE OGNI CENTIMETRO.

  • Quali sono i pro e i contro della tua professione? PRO: SI CAMBIA SEMPRE. SEI SEMPRE A CONTATTO CON PERSONE DIVERSE CHE HANNO ESIGENZE DIVERSE E QUINDI DEVI SEMPRE AFFRONTARE NUOVE SFIDE. I CONTRO… SONO OSSESSIONATA DAL MIO LAVORO! SE ENTRO IN UN NEGOZIO/ RISTORANTE, PASSEGGIO PER STRADA O VADO A CASA DI QUALCHE AMICA GUARDO TUTTO QUELLO CHE MI STA ATTORNO CON GLI OCCHI DELL’ARCHITETTO.

  • Domanda scottante: Perché una persona dovrebbe affidarsi ad un architetto? TUTTI CREDONO DI SAPERE COSA SIA IL MEGLIO PER LORO SE SI TRATTA DI ARREDARE O RISTRUTTURARE LA CASA E SPESSO VEDONO L’ARCHITETTO COME UN INTRUSO CHE SI VUOLE INTROMETTERE E RUBARE SOLDI, INVECE SIAMO QUELLI CHE PARTENDO DALLE LORO ESIGENZE RIESCONO A FAR REALIZZARE ANCHE I LORO SOGNI…O PER LO MENO CI AVVICINIAMO A FARLO!

  • Qual è il progetto che hai realizzato di cui vai più fiera? LA RISTRUTTURAZIONE COMPLETA DI UN APPARTAMENTO A MONZA, IN UNO SPAZIO PICCOLO PICCOLO SI E’ OTTENUTO IL MASSIMO, IL PROPRIETARIO ANCORA OGGI MI RINGRAZIA!

CLICCA QUI per visualizzare la gallery di una ristrutturazione eseguita da Irene 

Progetto Yellow

  • Ascolti della musica mentre realizzi i tuoi progetti? SI A VOLTE Se si, quale musica ti dà più carica e ispirazione? SOLITAMENTE ROCK E FOLK MA QUANDO HO BISOGNO DI CONCENTRARMI MEGLIO LA MUSICA DI ETTA JAMES, NINA SIMONE, FRANK SINATRA VINCONO SU TUTTO!

Buon ascolto!